Progetto di Corporate Social Responsibility

L’esempio dei “Giardini Ribelli”

Un progetto di orticultura, destinato a 10 ragazzi autistici, è stato un primo importante pilota che – a partire da attività strutturate e impostate nel periodo 2015-2017 – ha portato a creare una best practice di inclusione e di integrazione.
La nuova fase prevede un triennio in cui si passa dalla precedente fase di sperimentazione e di messa a punto del modello a un vero e proprio progetto di Corporate Social Responsibility strategico, che avrà nell’Ateneo LUISS Guido Carli un driver di primissimo piano.
L’obiettivo è mettere in azione i valori di etica, sostenibilità e responsabilità sociale in modo realmente innovativo e di creare un palinsesto di comunicazione per veicolare in modo strutturale valori e risultati.
Tutti gli stakeholder interessati e interessanti avranno a disposizione la possibilità di venire in contatto con l’esperienza del Team dei “Giardini Ribelli”.
Nei tre anni saranno coinvolti ragazzi neurodiversi, famiglie, operatori con un percorso guidato con rigore scientifico ed efficacia gestionale.
Parallelamente, il progetto genererà occasioni di comunicazione che coinvolgeranno il pubblico interno all’Ateneo (management, corpo docente, studenti), gli stakeholder istituzionali, gli interlocutori scientifici (sul tema della neurodiversità), il territorio, i professionisti della comunicazione e la community degli addetti ai lavori.
Saranno infatti pianificati materiali specifici di dissemination, webinar tematici, partecipazione a occasioni istituzionali, organizzazione di convegni ad hoc e di “lab” ad uso di creazione di cultura aziendale di inclusione e diversity management , tesi di laurea dedicate, infotainment originale e marchiato.
L’esperienza, che per ovvi motivi potrà coinvolgere un numero comunque ristretto di ragazzi, dovrà poter essere virtualmente estesa a tutti, creando un volano che genera economie di scala, replicabilità e reale condivisione.
Grazie alle azioni strutturali di un piano di comunicazione che seguirà passo passo il plan triennale delle attività sul campo, si renderà infatti visibile su tutto il territorio nazionale (e non solo) la scelta strategica di un innovativo progetto che mette in pratica i valori che tutti i giorni permeano gli insegnamenti in LUISS e che rende strutturale l’impegno dell’Ateneo in ottica di Responsabilità Sociale.

autisticiegiardinieri.cervelliribelli.it

Il progetto dei Giardini Ribelli è solo uno dei possibili esempi di come il Format Cervelli Ribelli possa essere declinato in progetti di CSR efficaci e innovativi, da realizzare in partnership con aziende ed enti: valorizzazione delle diversità e abbattimento delle disuguaglianze, lotta al bullismo, educazione ai media, alla salute, all’approccio scientifico, alla cittadinanza e alla convivenza, all’innovazione, valorizzazione delle competenze e dei talenti sono solo alcuni dei temi di potenziale sviluppo per progetti in grado di coinvolgere tutti gli stakeholder realmente interessati a una crescita civile e sostenibile.